Le nuove frontiere del diritto “cognitivo” – DPU

Il cervello degli adolescenti si presta a valutazioni che interessano svariati settori delle neuroscienze e che si intrecciano inevitabilmente con gli interventi di pertinenza della giustizia minorile, chiamata a disciplinare gli ambiti di applicazione delle scoperte scientifiche e ad integrare il sapere delle scienze psicosociali. Il presente contributo offre un interscambio tra neuroscienze e diritto minorile per cercare di comprendere le cause e conseguenze delle nuove forme di dipendenze che attanagliano la popolazione giovanile. Cercheremo di designare possibili scenari futuri in cui le neuroscienze potranno fornici profili neurobiologici e neuropsicologici su cui plasmare interventi di recupero sociale dei minori.

Riapertura Scuole e il bisogno di stare insieme – Almanacco CNR

Il lockdown causato dalla pandemia di Coronavirus ha rivoluzionato le nostre vite impedendoci di svolgere attività consuete, come uscire, andare al ristorante, al cinema o a teatro, incontrare amici e parenti. Una situazione anomala, che tutti abbiamo vissuto come innaturale e fonte di stress. Ancora di più i bambini e i giovani, impossibilitati, oltre che a uscire, a praticare sport e a giocare all’aria aperta, a frequentare la scuola e a incontrare quindi i propri compagni di classe e socializzare con loro

In cerca di una nuova vita – Almanacco CNR-

“È vero che stiamo cercando mio cognato, ma è anche vero che stiamo cercando noi stessi”: questa la massima che Fausto Di Salvio, interpretato da Alberto Sordi, condivide con il ragioniere Palmarini, nel film “Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Africa?”. Anche Di Salvio avverte il bisogno di scappare dai soffocanti ritmi a cui lo costringe il suo lavoro, dallo stress della vita professionale, ma non riuscirà a seguire la scelta del cognato Oreste Sabatini (Nino Manfredi) che ha ricostruito la propria vita lontano dalle convenzioni e dalla frenesia occidentali. Oreste ha insomma sposato la filosofia che oggi chiamiamo downshifting. “Il fenomeno è una reazione a tre agenti fondamentali: la massificazione, la pressione sociale e l’urbanizzazione in metropoli sempre più grandi”, spiega Antonio Cerasa……

Neuroscienze e Diritto -DPU-

Lo scorso 28 gennaio, è stato presentato un convegno dal titolo “Diritto e Neuroimaging: prove aperte di un dialogo” presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro. Lo scopo dell’incontro era trovare un punto di ego-sintonia tra le diverse discipline scientifiche che si occupano, direttamente o indirettamente, di neuroscienze forensi. In questo contributo abbiamo riassunto gli spunti nati da questo incontro proponendo un nuovo approccio multidisciplinare, in una prospettiva piramidale, in cui le varie scienze mediche e umanistiche fanno da terreno fertile per coltivare nuove forme di relazione tra neuroscienze e diritto. Lo scopo finale è arrivare a definire nuove strutture linguistiche per spiegare la complessità della mente utili a ridurre, finalmente, la distanza tra le varie discipline.